Menu

La Finestra sui giovani

Visite totali 48 , 7 oggi

Data inizio:01/12/2022
Data fine:01/12/2022
Ore: 10:00 to 13:00

Claim Ownership

Categoria evento: Lingua originale e Proiezioni. Sezione: BALKANFILMFEST 2022.

Descrizione

La Finestra sui giovani

10:00-13.00 – Workshop per giovani produttori. “Fare insieme cinema. Un ponte tra Italia e Balcani: sviluppare le coproduzioni tra i giovani produttori”.

Copresiedono Amb. Mario Bova, presidente dell’associazione culturale italo-balcanica Occhio Blu e Giuseppe Massaro, project officer di Creative Europe Desk Italy Media.

Il workshop consentirà di illustrare potenzialità e prospettive offerte da fonti europee e italiane in termini di lavoro e sostegno finanziario, segnalando fattori ostativi e proposte propulsive per lo sviluppo di coproduzioni cinematografiche di giovani autori e produttori italiani e balcanici. In rappresentanza dell’Europe Media Creative Desk, Giuseppe Massaro tiene una relazione sulle coproduzioni tra giovani italiani e balcanici promosse nei bandi di Creative Europe ed Europe Media. Iole Maria Giannattasio della DG Cinema parlerà dei fondi per le coproduzioni internazionali previsti sia dal Ministero della Cultura che da Eurimages. La Roma Lazio Film Commission, la Calabria Film Commission guidata dal commissario straordinario Antonio Giulio Grande e dal direttore Luciano Vigna, la Marche Film Commission con il suo presidente Francesco Gesualdi e l’Apulia Film Commission con Cristina Piscitelli, Massimo Modugno e Luciano Schito informeranno sulle loro iniziative di sostegno alla realizzazione di film sui rispettivi territori, aperte alle coproduzioni con i Paesi balcanici.

Dopo gli interventi istituzionali, la parola passerà a produttori e cineasti sia balcanici che italiani.

Jonid Jorgji, giovane produttore e regista albanese, riferisce sugli ostacoli concreti che si pongono per le coproduzioni, sulla base di un sondaggio compiuto fra giovani cineasti balcanici. Arben Zharku racconta della straordinaria storia produttiva del giovane cinema kosovaro. Gregor Božič rivela, dalla sua prospettiva di regista, i meccanismi di finanziamento e di coproduzione internazionale che gli hanno permesso di realizzare i suoi film, incluso Storie dai boschi di castagne, presentato con successo alla penultima edizione del Balkan Film Festival. Bojan Lazarevski, direttore del North Macedonian Film Agency, parlerà delle opportunità delle coproduzioni italo-macedoni nel quadro generale della promozione e della crescita dell’industria cinematografica balcanica, illustrando problemi, possibili soluzioni e prospettive per il futuro. Le produttrici Marta Donzelli della Vivo Film, Ines Vasilievic della Nightswim, Simona Banchi della Goran, Barbara Meleleo della Clipper, i produttori Giovanni Saulini della Magdanfilm, Gianpaolo Verga della Società Produzioni Groove, il regista bosniaco Ado Hasanovic parleranno delle loro esperienze di coproduzioni italo-balcaniche e delle potenzialità in questo campo. Prima della chiusura dei lavori, Roberto Stabile, responsabile dei progetti speciali della DGCA del MiC presso Cinecittà, parlerà della prospettiva di un partenariato per realizzare coproduzioni tra cinema italiano e cinema balcanico.

Vai alla rassegna