Menu

Aga’s House – La casa di Aga

Visite totali 213 , 1 oggi

Data inizio:04/07/2021
Data fine:04/07/2021
Ore: 22:30

Claim Ownership

Categoria evento: Lingua originale e Proiezioni. Sezione: Albania si gira 3!.

Descrizione

Aga’s House – La casa di Aga Regia: Lendita Zeqiraj

Anno: 2019

Durata: 1h 47m

Produzione: Kosovo, Francia, Albania, Croazia

Genere: drammatico

Lingua: albanese con sottotitoli in italiano

Sinossi: Il giovane Aga vive in una casa isolata con sua madre e una comunità di donne. L’arrivo di una troupe televisiva sconvolgerà per sempre la sua esistenza.

Revisione: Mentre per alcuni Paesi dell’Europa dell’Est la transizione dal socialismo alla democrazia è stata più o meno pacifica, altre regioni come gli Stati dell’Ex Jugoslavia tra i quali il Kosovo, sono stati affetti da guerre feroci che hanno segnato profondamente la vita di molte generazioni, sia di quelle che hanno vissuto i conflitti e sia di quelle che sono venute dopo e che devono ancora venire. Aga, il protagonista del film di Lendita Zeqiraj, non ha mai visto la guerra, ma suo malgrado deve portarsela dietro per sempre. Isolato in una casa di campagna tra colline sperdute, Aga vive con la madre e altre quattro donne che sono state bandite dalla società. Sebbene la guerra sia stata la causa principale della disgrazia di alcune di loro, essa non è la ragione per cui vivono isolate. Agli occhi della società, le donne hanno trasgredito perché hanno amato o si sono fidate delle persone sbagliate o anche perché vogliono vivere quando invece dovrebbero morire. La convivenza le aiuta a superare i traumi e a ricostruire il carattere distinto che ciascuna ha e che la violenza subita ha danneggiato, ma che non ha potuto annientare completamente. Tuttavia, per la società i derelitti possono vivere solo in virtù della loro derelizione. L’attenzione, l’aiuto e la pietà sono concessi solo a chi è in grado di condividere le proprie esperienze dolorose con persone sconosciute. Ma il racconto delle proprie sventure e il dolore di doverle rivivere, sembra essere anche l’unico modo per far sentire la propria voce.

Vai alla rassegna