Menu

Vip, mio fratello super uomo, Bruno Bozzetto, Italia, 1968, 80’

Visite totali 171 , 1 oggi

Data inizio:06/11/2019
Data fine:06/11/2019
Ore: 15:30

Claim Ownership

Categoria evento: Proiezioni. Sezione: Il progetto e le forme di un cinema politico: LE LOTTE E L’UTOPIA 1969/1970 e Sala Kodak.

Descrizione

Vip, mio fratello super uomo
Italia, 1968, 80’
Presenta Bruno Di Marino

I Vip sono una stirpe di superuomini che, dall’alba dell’uomo, difendono il mondo dalle ingiustizie. Ad ogni generazione, il Vip di turno si innamora e sposa una superdonna in pericolo, ma l’ultimo Vip, Baffovip, fraintendendo il concetto di super con un supermarket convola a nozze con la cassiera del supermercato. Quello che ne risulta sono due figli Vip: ma mentre il primo, chiamato Supervip, ha tutti i poteri del supereroe ereditati dal padre (quali la supervelocità, l’ultra forza, il volare ad alta velocità), suo fratello minore Minivip può al massimo svolazzare a mezzo metro da terra con due alette striminzite e brillare di luce propria di notte. Per curare il complesso di inferiorità che questo fatto provoca a Minivip, un’équipe di psicologi gli consiglia una crociera per mare. Qualcosa però non va per il verso giusto, e Minivip finisce, assieme ad un leone che poi si rivela essere Lisa (una studentessa di antropologia intenta a scrivere una tesi proprio sulla stirpe dei Vip), sull’isola di Happy Betty la regina dei supermercati HB. Questa donna arrogante, a capo di un’organizzazione segreta, ha progettato un folle piano per rendere l’umanità intera una massa di docili consumatori. Dopo molte divertenti peripezie sarà proprio Minivip a salvare il mondo e far innamorare di sé Nervustrella, una delle vittime di Happy Betty, dimostrando che sia lui che suo fratello sono super Vip che si equivalgono a vicenda.

 

 

 

 

 

 

Vai alla rassegna