Menu

Una foto con Yuki, Lachezar Avramov

Visite totali 454 , 1 oggi

Data inizio:28/06/2019
Data fine:28/06/2019
Ore: 21:30

Claim Ownership

Categoria evento: Lingua originale e Proiezioni. Sezione: Festa del cinema bulgaro a Roma.

Descrizione

Una foto con Yuki, Lachezar Avramov
Bulgaria, Giappone, 2019, 110′

Sceneggiatura: Dimitar Stoianovich, Lachezar Avramov
Regia: Lachezar Avramov
Fotografia: Torsten Lippstock
Cast: Kiki Sugino, Rushen Vidinliev, Serafim Todorov, Vesela Babinova, Mariana Krumova, Rashko Mladenov, Radosveta Vasileva
Produzione: Chouchkov Brothers, Wa Entertainment (JP)

Il primo lungometraggio del regista bulgaro Lachezar Avramov, A Picture with Yuki, che ha gareggiato nella competizione principale del Sofia International Film Festival (7-17 marzo), non è solo la prima coproduzione tra Bulgaria e Giappone, ma è anche un invito al pubblico a mettersi al centro di un dilemma morale. Discussione sui temi della colpa, della responsabilità e del perdono, il film parla in modo interessante anche di razzismo e di ciò che ci rende veramente umani. La sceneggiatura, scritta da Dimitar Stoyanovich e Avramov, è incentrata su Georgi (Ruscen Vidinliev), un bulgaro che vive in Canada, e sua moglie giapponese Yuki (Kiki Sugino). Attualmente sono entrambi a Sofia, dove Yuki cerca di rimanere incinta tramite la fecondazione in vitro. Quando il dottore raccomanda a Yuki di riposarsi, la coppia trascorre qualche giorno in campagna, ma la loro felicità bucolica in mezzo alla natura svanirà presto quando Yuki colpisce con la macchina Assencho, un giovane zingaro locale. Quando il ragazzo risale sulla sua bici e si affretta verso casa, Georgi e Yuki tirano un sospiro di sollievo, ma il giorno dopo, sentono che il ragazzo è morto, apparentemente picchiato da suo padre. La notizia
catapulterà i protagonisti in un incubo di tormento e colpa.

Vai alla rassegna