Made IN HUNGARIA • Made in Hungária di Gergely Fonyó

il: 02/03/2013
Orario: 17:00

Torna alla rassegna

Descrizione

UNGHERIA
Made in Hungaria (Made in Hungária) di Gergely Fonyó
2009, 108’

 

regia: Gergely Fonyo
sceneggiatura: Istvan Tasnadi
fotografia: Sandor Csukas
montaggio: Mano Csillag
musica: Miklos Fenyő, Robert Gyula
suono: Attila Tőzser, Attila Madaras, Csaba Major
costumi: Janos Breckl
produttore: Adam Nemenyi, Jozsef Cirko, Andras Poos, Geza Kaszas
produzione: Next Station Productions, MTM-SBS Rt, Ungheria 2009,
interpreti: Kimmel Tamas Szabo, Tunde Kiss, Eva Vandor, Tamas Dunai, Geza Kaszas, Peter Scherer, Ivan Fenyő, D.Geza Hegedűs, Lehel Kovacs, Peter Puskas

Mentre tutti cercano di fuggire a ovest, un adolescente ritorna in patria dall’America, per diffondere il rock’n’roll… Nella primavera del 1963 Miki e la sua famiglia abbandonano il sogno americano e dopo quattro anni trascorsi negli Stati Uniti rientrano a Budapest. In patria sia i rivoluzionari che i contro-rivoluzionari trattano il padre disoccupato di Miki con sospetto, mentre Miki - che è un grande cantante e chitarrista con il sogno di diventare il nuovo Jerry Lee Lewis – non viene accettato dai suoi vecchi amici che ora hanno un nuovo leader, Rone, il "Kingfisher". Anche Vera, il suo primo amore, ha adesso un nuovo fidanzato. A Miki non resta che una scelta: partecipare ad un talent show e provare a tutti che lui ha unposto in questo mondo. Ottiene successo e con la sua musica americana incanta il suo giovane pubblico. Verso l’epilogo della storia a Miki appare ormai chiaro che con la vittoria può guadagnarsi l’apprezzamento degli amici, può riconquistare il suo antico amore e può addirittura salvare la vita di suo padre.

Il “Made in Hungária” (2009) di Gergely Fonyó ha riscosso un grande successo in Ungheria. Una delle commedie più popolari degli ultimi tempi. Ha partecipato a numerosi festival internazionali, a Karlovy Vary l’hanno accolto con un ciclone di applausi, mentre al Festival di Granada ha ottenuto il premio del pubblico. Nella classifica del Origo filmklub figura al 10o posto tra  i film del decennio, mentre tra le commedie si trova al 2o posto (dopo Moszkva tér, Piazza Moszka, 2001, di Ferenc Török).




s