Menu

La bella vita, Paolo Virzì

Visite totali 809 , 2 oggi

Data inizio:21/06/2017
Data fine:21/06/2017
Ore: 21:30

Claim Ownership

Categoria evento: Proiezioni. Sezione: L'Italia di Paolo Virzì.

Descrizione

La bella vita, Paolo Virzì
Italia, 1994, 92’

Nel 1989, Bruno Nardelli, operaio in un acciaieria di Piombino, sposato con Mirella, cassiera in un supermercato, conduce una vita coniugale serena. Ma una sera, durante la rappresentazione di una rudimentale filodrammatica proposta da Gerry Fumo, un presentatore di una televisione locale, Mirella rimane affascinata dall’aspetto e dalle maniere persuasive di Gerry. Qunado lo conosce, Gerry a sua volta la circuisce e la corteggia con insistenza. Intanto il marito, entrato in cassa integrazione a causa della crisi dell’acciaieria, si sente deluso e demotivato dalle promesse fasulle dei sindacati e dall’insuccesso degli scioperi e si preoccupa di trovare, insieme agli amici Renato Mansani e Luciano Batoni, sognatori utopici, un’alternativa alla propria inerzia, per cui è meno prodigo di attenzioni verso la moglie. Complice tutta questa situazione, Mirella si lascia andare a un’avventura passionale con Gerry, usando sotterfugi e inganni a danno dell’ignaro marito. Quando Bruno, insospettito dalle insinuazioni di Rossella, una sindacalista da tempo invaghita di lui, si mette a pedinare Mirella e la scopre una sera, a distanza, in automobile con Gerry, la rottura con la moglie diventa inevitabile. E’ la sera del commiato di Mirella dal fatuo Gerry, ma Bruno non lo sa e non crede alla confessione e alle spiegazioni di Mirella che, anzi, invita ad andarsene. La donna si allontana ma, tutt’altro che paga della nuova vita con Gerry, a sua volta nei guai a causa della crisi finanziaria e che si rivela lagnoso e privo d’iniziativa, decide di tornare dai suoi, all’isola d’Elba. Bruno, insieme agli amici, divenuti più realisti, decide di lavorare in uno stabilimento balneare. Bruno e Mirella rimangono in contatto mediante una corrispondenza epistolare, in cui si confidano le reciproche vicende.

Bookmark and Share
Vai alla rassegna