Menu

IL GRANDE COCOMERO, Francesca Archibugi

Visite totali 560 , 1 oggi

Data inizio:18/07/2018
Data fine:18/07/2018
Ore: 21:30

Claim Ownership

Categoria evento: Proiezioni. Sezione: IL CINEMA E' DONNA.

Descrizione

IL GRANDE COCOMERO, Francesca Archibugi
Italia, Francia, 1993, 101’

A Roma Valentina, una dodicenne soprannominata Pippi, figlia di Cinthya e Marcello arricchiti ma senza ideali, in seguito ad un attacco di epilessia viene ricoverata nel reparto di neuropsichiatria infantile. Un giovane psichiatra, Arturo – appena uscito da una crisi coniugale che sta sforzandosi di esorcizzare – sebbene convinto che il caso sia piuttosto di natura neurologica che psichiatrica, accoglie la ragazzina nel suo reparto, preso da spontaneo interesse per lei. Pippi rivela subito un carattere scontroso e provocatorio, e risulta in difficile rapporto con i genitori, per cui Arturo si propone di tentare con lei una terapia analitica, studiandone attentamente le reazioni al fine di riportarla alla normalità. Nota così che nell’ambiente familiare, superficiale e contraddittorio, perché contemporaneamente protettivo ma di reciproca indifferenza, Pippi non trova né sicurezza né affetto, e viene praticamente lasciata sola a se stessa, mentre nel reparto da lui diretto, malgrado le carenze strutturali e organizzative e l’insufficienza di personale la ragazzina trova interessi e affetto, specie nel terapista – al quale piano piano si apre con crescente fiducia – e in una bimba cerebrolesa cui dedica il proprio tempo e le proprie attenzioni. Sarà proprio la morte della bimba – cui non è forse estranea una terapia troppo intensiva – a scatenare il rifiuto di Pippi nei confronti di Arturo e a indurla a un’autocrisi epilettica di protesta, che fornirà allo psichiatra la chiave di un appropriato intervento per condurre Pippi alla guarigione.

 

Vai alla rassegna