Menu

Ciao Silvana! Omaggio a Silvana Mangano / proiez. de Il processo di Verona, C. Lizzani / segue incontro

Visite totali 162 , 3 oggi

Data inizio:17/12/2019
Data fine:17/12/2019
Ore: 15:30

Claim Ownership

Categoria evento: Proiezioni.

Descrizione

Ciao Silvana! (1989 – 2019)

«Nata a Roma il 21 aprile del 1930, Silvana Mangano, giovanissima, vince Miss Lazio, il padre Amedeo, siciliano dai ferrei principi, non gli consentirà di andare a Stresa per Miss Italia. Dopo aver interpretato piccoli ruoli, arriva anche per lei la sua grande occasione con il neorealistico Riso amaro (1948) di Giuseppe De Santis. Sul set incontra Dino De Laurentiis, all’epoca giovane promessa della casa di produzione del film: la Lux. I due si sposano l’anno seguente. Dando vita a quella che i paparazzi dell’epoca definiranno come “La Coppia reale del cinema Italiano”. Silvana passa da protagonista assoluta in tutte le stagioni del grande cinema: la vediamo ancora star indiscussa nel “neorealismo rosa” con Anna (1951) di Alberto Lattuada e Mambo (1954) di Robert Rossen. Ma sarà la commedia all’italiana che la vede protagonista assoluta, con il sodalizio artistico Sordi-Mangano. Assieme gireranno capolavori come La grande guerra (1959) di Mario Monicelli, Crimen (1960) di Mario Camerini, La mia signora (1964), film ad episodi che vede come registi Bolognini, Comencini e Brass. Sarà infine musa ispiratrice di Pier Paolo Pasolini e di Luchino Visconti. Muore a Madrid il 16 dicembre 1989, a soli 59 anni stroncata da un cancro» (Giovanni Cimmino). A trent’anni dalla sua scomparsa il Centro Studi Silvana Mangano e il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale la ricordano con un omaggio.

15.30 Il processo di Verona di Carlo Lizzani (1963, 113’)

«Il processo di Verona è una delle più belle interpretazioni di Silvana. Lizzani, amico di Silvana e di Dino, racconta uno dei momenti più delicati della storia del nostro paese. Con drammaticità Edda difende il marito fino alla fine» (Cimmino). «Con Silvana avevo fatto mille progetti, ma nessuno era andato in porto, quando iniziai a lavorare alla sceneggiatura del Processo di Verona, subito avevo pensato a Silvana per Edda Ciano, temevo che mi dicesse di no. Una sera a cena a casa di Dino e Silvana le parlai del film e subito accettò entusiasta» (Lizzani). Con questo film Silvana Mangano vinse il David di Donatello, la Grolla d’oro e il Nastro d’argento.

a seguire Davide Bardi interpreta un brano tratto dal recital, inedito, Ascanio: l’anima di casa De Laurentiis scritto da Davide Bardi e Giovanni Cimmino, dove si racconta l’incontro tra Silvana e Dino De Laurentiis.

a seguire
Incontro moderato da Roberto Liberatori con Caterina d’Amico e Giovanni Cimmino